Caricamento Eventi
La serata del 26 marzo sarĂ  composta da 2 set:
Set 1: RICHARD GALLIANO New York Tango Trio
Set 2: RICHARD BONA
Il biglietto comprende entrambi i concerti

A 13 anni dalla sua precedente apparizione a Bergamo Jazz, in coppia con il polistrumentista inglese John Surman, torna sul palcoscenico del Teatro Donizetti colui che ha donato alla fisarmonica una vitalità espressiva mai prima cosÏ accentuata, grazie a quella straordinaria miscela di new musette e new tango di cui lo stesso Richard Galliano si è fatto artefice e autorevole interprete.

ÂŤJazz, musette, tango si nutrono degli stessi ingredienti, rapporto con la danza, melodie forti, armonie precise e raffinate. Con Adrien Moigard e Diego Imbert mi confronto con tutto ciò suonando ogni concerto in modo totalmente libero, a volte lontano dalla partitura ma mai dall’anima del compositoreÂť, specifica lo stesso musicista transalpino.

Arrivato a Parigi nel 1975, Richard Galliano ha fatto subito la conoscenza di Claude Nougaro, con il quale sarĂ  amico, fisarmonicista ma anche suo direttore d’orchestra, fino al 1983. Il secondo incontro decisivo avrĂ  luogo nel 1980, con Astor Piazzolla: il geniale compositore e bandoneonista argentino lo incoraggerĂ  fortemente a creare la “nuova musette” francese, come lui stesso in precedenza aveva inventato il “nuovo tango” argentino.

Nell’arco della sua carriera Richard Galliano ha collaborato con un numero impressionante di artisti e musicisti di elevato profilo: in ambito jazz, Chet Baker, Eddy Louiss, Ron Carter, Wynton Marsalis, Charlie Haden, Gary Burton, Michel Portal, Toots Thielemans, Kurt Elling, Enrico Rava e molti altri ancora; Serge Reggiani, Claude Nougaro, Barbara, Juliette Greco, Dick Annegarn, Georges Moustaki, Allain Leprest, Charles Aznavour, Serge Gainsbourg, per la canzone francese.