Cantiere Teatro

La Fondazione Teatro Donizetti si propone di promuovere un forte senso civico che mira a mettere al centro, con la qualità, anche la necessità di formazione alla cultura teatrale. Questa missione deve coniugarsi con l’obiettivo di raggiungere un pubblico sempre nuovo, in particolare giovanile, a cui dare strumenti di lettura dell’esperienza teatrale.

LE PROPOSTE PER LA STAGIONE 2022/2023:
incontri nelle scuole e percorsi di approfondimento

La Fondazione Teatro Donizetti è lieta di presentarvi i progetti formativi legati alla Stagione di Prosa e Altri Percorsi 2022-2023 destinati al giovane pubblico delle scuole superiori. La sezione di Prosa, Altri Percorsi e Appuntamento con la Storia si è sempre contraddistinta per la cura prestata ai progetti educativi rivolti alle scuole, ai giovani e al proprio pubblico.

LA STAGIONE A PREZZO AGEVOLATO

La Fondazione Teatro Donizetti, come ogni anno, offre alle scuole della Città e della Provincia di Bergamo la possibilità di effettuare una prenotazione agevolata per l’acquisto dei biglietti di accesso agli spettacoli serali inseriti nel cartellone nella Stagione di Prosa e di Altri Percorsi, oltre che per le nuove rassegne Appuntamento con la Storia ed Eventi Speciali.

PROSA al Teatro Donizetti

  • PLATEA 1° SETTORE (€ 18,00)
  • PLATEA 2° SETTORE (€ 15,00)
  • BALCONATA 1a GALLERIA (€ 12,00)
  • BALCONATA 2a GALLERIA – NUMERATO 1a GALLERIA (€ 10,00)
  • NUMERATO 2a GALLERIA (€ 8,00)

ALTRI PERCORSI // APPUNTAMENTO CON LA STORIA al Teatro Sociale

  • TUTTI I SETTORI (€ 10,00)

Si segnala in particolare che anche per quest’anno è possibile accedere ad un abbonamento scontato (€ 45,00) per prendere parte ai 7 spettacoli della rassegna Altri Percorsi. Occasione questa, offerta sia alle classi sia ai singoli studenti, affinché comincino un percorso che li familiarizzi con il mondo del teatro.

INCONTRI NELLE SCUOLE

Progetto intorno allo spettacolo Matteotti Medley realizzato in collaborazione con Isrec Bergamo – Istituto Bergamasco per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea

Nelle pieghe della storia locale, la grande storia prende lo spessore della vita vissuta e delle sue molteplici sfaccettature. Guardare la storia dell’assassinio di Giacomo Matteotti a partire da una prospettiva bergamasca significa innanzitutto ritornare sulla storia del fascismo a Bergamo e, a partire da uno dei suoi più importanti esponenti, Giacomo Suardo, studiare le connessioni tra centro e periferia nel consolidamento della dittatura fascista e riflettere sul significato della scelta antifascista. Attraverso l’analisi guidata di alcuni documenti tratti dagli archivi locali si costruirà una mappa dell’affermarsi del fascismo in città e della progressiva messa a tacere delle voci d’opposizione.

L’incontro della durata di 2 ore è così strutturato: una prima fase di inquadramento storico, svolta attraverso la modalità della lezione frontale, e una seconda fase di lavoro laboratoriale in gruppo sui documenti forniti a cui seguirà un momento di restituzione e condivisione collettiva del lavoro svolto da ciascun laboratorio.

Il percorso sarà poi completato da un incontro post-spettacolo con ISREC Bergamo e con la compagnia.

INCONTRO DURATA DATA LUOGO COSTO PARTECIPANTI
CON ISREC 2 ore da concordare Scuola gratuito max 2 classi per incontro
POST-SPETTACOLO 1 ora 21/12/2022 Teatro Sociale gratuito in base alla disponibilità del Teatro

Il percorso si conclude con la visione dello spettacolo Matteotti Medley, mercoledì 21 dicembre ore 20:30 al Teatro Sociale.
Biglietto €10,00 | è prevista una gratuità per il docente accompagnatore ogni 15 alunni.

A partire dalla presenza nel cartellone della Stagione di Prosa de Il berretto a sonagli, si propone alle studentesse e agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, un laboratorio di due ore incentrate sul testo di Luigi Pirandello. L’incontro permetterà alle e ai partecipanti di confrontarsi direttamente con il testo drammaturgico, attraverso momenti di lettura condivisa, di confronto attivo e partecipato, e di vera e propria messa in scena di alcuni momenti salienti dell’opera. Non mancheranno durante l’esperienza cenni al teatro siciliano, al teatro grottesco e al teatro nel teatro. Gli obiettivi che l’esperienza laboratoriale si propone sono di dare la possibilità alle e ai partecipanti di entrare in contatto diretto con le parole di Pirandello; di far mettere alla prova i fruitori del laboratorio, trovando soluzioni personali e creative ad una eventuale messa in scena del testo; di accrescere il proprio sguardo critico e attento per diventare pubblico attivo: sensibile nel porsi in un atteggiamento di dialogo con gli attori e le attrici e capace di osservare e cogliere i segni registici di uno spettacolo.

Gli incontri saranno tenuti da Stefano Benedetti.

INCONTRO DURATA DATA LUOGO COSTO PARTECIPANTI
CON ESPERTO 2 ore da concordare Scuola Gratuito max 2 classi per incontro

Il percorso si conclude con la visione dello spettacolo Il berretto a sonagli, dal 10 al 14 gennaio ore 20.30 – il 15 gennaio ore 15.30 al Teatro Donizetti. Biglietto da €18,00 a €8,00 in base al settore scelto | è prevista una gratuità per il docente accompagnatore ogni 15 alunni.

A partire dalla presenza nel cartellone della Stagione di Altri Percorsi di Supplici, si propone alle studentesse e agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, un laboratorio di due ore incentrate sul testo di Euripide.

Un percorso formativo per indagare, attraverso la tragedia delle Supplici, dove abita e come si esprime il sentimento tragico nei ragazzi di oggi. Cosa dicono i loro volti, i loro corpi? Cosa non dicono? Che ruolo ha la collettività, la polis, nello sviluppo della coscienza politica e nell’elaborazione della cittadinanza?

Tra Euripide, 423 a.C., e la contemporaneità, si andrà alla scoperta del Tragico attraverso l’interazione formativa, teatrale e multimediale delle classi, che accompagnerà ad una visione consapevole della messa in scena di Serena Sinigaglia.

Gli incontri saranno tenuti da Erica Nava e Lucia Corna

INCONTRO DURATA DATA LUOGO COSTO PARTECIPANTI
CON ESPERTO 2 ore da concordare Scuola Gratuito max 2 classi per incontro

Il percorso si conclude con la visione dello spettacolo Supplici, il 26 gennaio ore 20.30 e il 27 gennaio ore 10.30 al Teatro Sociale.
Biglietto €10,00 | è prevista una gratuità per il docente accompagnatore ogni 15 alunni.

La bottega del caffè in cartellone quest’anno permette di proporre alle scuole secondarie di secondo grado un percorso di due ore incentrate sul testo di Carlo Goldoni. L’incontro permetterà alle e ai partecipanti di confrontarsi direttamente con il testo drammaturgico, attraverso momenti di lettura condivisa, di confronto attivo e partecipato, e di vera e propria messa in scena di alcuni momenti salienti dell’opera. Non mancheranno durante l’esperienza cenni al teatro goldoniano. Gli obiettivi che l’esperienza laboratoriale si propone sono di dare la possibilità alle e ai partecipanti di entrare in contatto diretto con il mondo di Goldoni; di far mettere alla prova i fruitori del laboratorio, trovando soluzioni personali e creative ad una eventuale messa in scena del testo; di accrescere il proprio sguardo critico e attento per diventare pubblico attivo: sensibile nel porsi in un atteggiamento di dialogo con gli attori e le attrici e capace di osservare e cogliere i segni registici di uno spettacolo.

Gli incontri saranno tenuti da Stefano Benedetti.

INCONTRO DURATA DATA LUOGO COSTO PARTECIPANTI
CON ESPERTO 2 ore da concordare Scuola Gratuito max 2 classi per incontro

Il percorso si conclude con la visione dello spettacolo La bottega del caffè, dal 7 all’11 febbraio ore 20.30 – il 12 febbraio ore 15.30 al Teatro Donizetti.
Biglietto da €18,00 a €8,00 in base al settore scelto | è prevista una gratuità per il docente accompagnatore ogni 15 alunni.

Progetto intorno allo spettacolo Perlasca. Il coraggio di dire no realizzato in collaborazione con Isrec Bergamo – Istituto Bergamasco per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea

La memoria è la scelta del passato che il presente intende non dimenticare: come tutte le scelte non è mai neutra e dipende strettamente dall’evoluzione culturale e dalla sensibilità propria a una comunità. La messa a fuoco della politica memoriale, implicita nell’istituzione della figura dei Giusti e della Giornata dei Giusti, preparerà studentesse e studenti alla visione dello spettacolo Perlasca. Il coraggio di dire no, rendendole/i spettatori e spettatrici attivi/e e attori e attrici consapevoli dei processi di memoria della propria comunità.

Dopo un momento di riflessione teorica si legherà la figura di Perlasca a quella di alcune figure di Giusti, riconosciute nella nostra provincia. Sarà l’occasione per approfondire alcune microstorie locali e considerare la figura del giusto in rapporto con la sua collettività, sia nel momento del suo agire che poi in quello della sua memoria.

L’incontro della durata di 2 ore è così strutturato: un primo momento di approfondimento della politica della memoria dei Giusti attraverso una lezione dialogata, cui seguirà una seconda fase di lavoro laboratoriale in gruppo in cui le studentesse e gli studenti, attraverso i materiali forniti, potranno immergersi nelle storie dei giusti “bergamaschi”. Al termine del lavoro laboratoriale è previsto un momento di restituzione e condivisione collettiva.

Il percorso sarà poi completato da un incontro post-spettacolo (il 6 marzo al termine dello spettacolo delle 20.30 e il 7 marzo al termine della matinée) con ISREC Bergamo e con la compagnia.

INCONTRO DURATA DATA LUOGO COSTO PARTECIPANTI
CON ISREC 2 ore da concordare Scuola gratuito max 2 classi per incontro
POST-SPETTACOLO 1 ora 6 e 7 marzo Teatro Sociale gratuito in base alla disponibilità del Teatro

Il percorso si conclude con la visione dello spettacolo Perlasca. Il coraggio di dire no, il 6 marzo ore 20.30 – il 7 marzo ore 10.30 al Teatro Sociale.
Biglietto €10,00 | è prevista una gratuità per il docente accompagnatore ogni 15 alunni.

All’interno della Stagione di Prosa è inserito lo spettacolo di Stefano Massini Cosa nostra spiegata ai bambini, in cui Ottavia Piccolo e i Solisti dell’Orchestra Multietnica di Arezzo tornano a confrontarsi in scena con le parole di Massini, a dare forma e struttura a un teatro necessario, civile, in cui il racconto dell’etica passa attraverso le parole, i timbri e le azioni di coloro che spesso non hanno voce: personaggi come Elda Pucci, primo sindaco donna di Palermo.

Continua la collaborazione con il CPL (Centro di Promozione della Legalità) di Bergamo, di cui fanno parte il Comune di Bergamo, la Regione Lombardia, 60 scuole, 20 Enti del territorio e 2 Reti interistituzionali. Alle scuole verrà prossimamente presentato il programma completo degli incontri, fra cui anche quella dedicato ad Elda Pucci.

Il percorso si conclude con la visione dello spettacolo Cosa nostra spiegata ai bambini, dal 28 marzo al 1° aprile ore 20.30 – il 2 aprile ore 15.30 al Teatro Donizetti. Biglietto da €18,00 a €8,00 in base al settore scelto | è prevista una gratuità per il docente accompagnatore ogni 15 alunni.

Progetto in via di definizione.

PERCORSI DI APPROFONDIMENTO

Progetto intorno allo spettacolo La vita davanti a sé realizzato in collaborazione con il prof. Ivo Lizzola e la dott.ssa Silvia Brena

Incontrare la vita dove la vita è provata, dove sembra priva di orientamento, dove torna a nascere o resiste trovando forma e figure nuove: per giovani uomini e giovani donne, studenti della scuola superiore può essere un’occasione formativa significativa. Per scoprire le grandi capacità di resilienza e di creatività delle persone (anche segnate da debolezze), come anche la forza e la generatività delle prossimità, delle comunità, delle presenze di operatori sociali e di volontari.

Durante il percorso verso lo spettacolo La vita davanti a sé e l’incontro con Silvio Orlando, le classi coinvolte vivranno momenti seminariali di riflessione sui vissuti di fragilità ed esclusione, avranno l’occasione di incontri e confronti con servizi e comunità e con esperti e volontari che accompagnano la vita ai margini della città. Nelle ombre e nei margini nasce molta capacità di relazione e di cura. Nascono forme di convivenza a volte inedite ma ricche di senso. Il teatro e la letteratura ne mostrano la forza e la bellezza, le esperienze sociali incontrate dagli studenti e dalle studentesse ne mostrano la forza di indicazione di futuro e la bellezza di pratiche di fraternità e di giustizia.

Gli incontri in classe partiranno dalla percezione dei ragazzi sui temi della fragilità e marginalità sia con momenti teorici che con interventi di metodologie attive. Saranno coinvolte sei classi appartenenti a tre istituti diversi. Il primo incontro introduttivo si svolgerà nella singola classe con la formatrice Silvia Brena, mentre per il secondo appuntamento le due classi dello stesso istituto saranno accorpate e incontreranno esperti per un dialogo sulle tematiche affrontate.
Alle classi partecipanti verrà, poi, proposta un’uscita sul territorio in una realtà d’interesse sociale che si occupa di accoglienza e fragilità. Durante la settimana di spettacolo, tutti i partecipanti al laboratorio incontreranno Silvio Orlando, protagonista della rappresentazione, in un incontro coordinato da Maria Grazia Panigada, direttrice artistica della Stagione di Prosa, e da Ivo Lizzola.

Il progetto è realizzato con il coordinamento scientifico di Ivo Lizzola, professore di Pedagogia Sociale del Dipartimento di Scienze Umane e Sociali dell’Università di Bergamo, e la collaborazione della dottoressa Silvia Brena, formatrice.

INCONTRO DURATA DATA LUOGO COSTO PARTECIPANTI
INTRODUTTIVO 2 ore da concordare Scuola Gratuito max 1 classe per incontro
DI APPROFONDIMENTO 2 ore da concordare Scuola Gratuito max 2 classi per incontro
VISITA A UNA COMUNITÀ mezza giornata da concordare in via di definizione Gratuito (escluso il costo dei mezzi pubblici) 2 classi per uscita
INCONTRO CON S. ORLANDO 1 ora 16/12/2022 ore 11.00 Teatro Donizetti Gratuito tutte le classi coinvolte

Il percorso si conclude con la visione dello spettacolo La vita davanti a sé, dal 13 dicembre al 17 dicembre ore 20.30 – il 18 dicembre ore 15.30 al Teatro Donizetti. Biglietto da €18,00 a €8,00 in base al settore scelto | è prevista una gratuità per il docente accompagnatore ogni 15 alunni.

Progetto intorno allo spettacolo Diplomazia realizzato in collaborazione con il prof. Ivo Lizzola e la dott.ssa Silvia Brena

 Spesso nei percorsi di studio nella scuola superiore si mettono a tema le questioni della bellezza e quelle dell’etica. La vita personale, la vita sociale e la storia pongono spesso di fronte all’intreccio tra queste. Allora ci si trova di fronte alla responsabilità e alla necessità di cura della bellezza incontrata, ricevuta, realizzata, offerta. Questo è un obbligo morale, e civile, di coltivazione e rispetto, di rispetto di memorie e di futuri da tenere aperti: contro la violenza, la guerra, lo sfruttamento e la disponibilità. La situazione di guerra pone la questione in modo radicale: la ragione della forza violenta tende a giustificare la distruzione di bellezza e bontà. Ma allora emerge anche che “nessuno può tenere prigioniero il cuore degli uomini buoni” (Roberto Camerani). Di donne e uomini giusti.
Si vivranno incontri di riflessione e di approfondimento con esperienze e testimoni di resistenza e di superamento della distruttività con i tratti della obiezione di coscienza, della resistenza non-violenta, della riconciliazione e della giustizia di transizione… Con Domenico Canciani si incontrerà la figura di Simone Weil, autrice di Venezia salva. La visione dello spettacolo Diplomazia e l’incontro con Elio De Capitani e Ferdinando Bruni rappresenteranno il momento conclusivo del percorso fatto.

Gli incontri in classe si rivolgono agli studenti partendo dalla percezione dei ragazzi sui temi dell’etica ed estetica sia con momenti teorici che con interventi di metodologie attive. Saranno coinvolte sei classi appartenenti a tre istituti diversi. Il primo incontro introduttivo si svolgerà nella singola classe, mentre per il secondo le due classi dello stesso istituto saranno accorpate e incontreranno un esperto dialogando sui temi trattati. Nei giorni precedenti lo spettacolo, tutte le classi coinvolte nel progetto saranno invitate a un laboratorio di idee e di riflessioni sulle pratiche, coordinato dal prof. Ivo Lizzola. Durante la settimana di spettacolo, i partecipanti al laboratorio incontreranno Elio De Capitani e Ferdinando Bruni, protagonista della rappresentazione, in un incontro coordinato da Maria Grazia Panigada, direttrice artistica della Stagione di Prosa, e Ivo Lizzola.

Il progetto è realizzato con il coordinamento scientifico di Ivo Lizzola, professore di Pedagogia Sociale del Dipartimento di Scienze Umane e Sociali dell’Università di Bergamo, e la collaborazione della dottoressa Silvia Brena, formatrice.

INCONTRO DURATA DATA LUOGO COSTO PARTECIPANTI
INTRODUTTIVO 2 ore da concordare Scuola Gratuito max 1 classe per incontro
DI APPROFONDIMENTO 2 ore da concordare Scuola Gratuito max 2 classi per incontro
SEMINARIO mezza giornata da concordare Teatro Donizetti Gratuito tutte le classi coinvolte
POST – SPETTACOLO 1 ora 17/04/2022
18/04/2022
Teatro Sociale Gratuito tutte le classi coinvolte

Il percorso si conclude con la visione dello spettacolo Diplomazia, il 17 aprile ore 20.30 e il 18 aprile ore 10.30 al Teatro Sociale. Biglietto da €10,00 | è prevista una gratuità per il docente accompagnatore ogni 15 alunni.

OTELLO CIRCUS – EVENTO SPECIALE

La Fondazione Teatro Donizetti in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Bergamo è lieta di presentare lo spettacolo Otello Circus, evento speciale rappresentato in marzo sul palcoscenico del Teatro Donizetti.

Otello Circus è un’opera lirico-teatrale ispirata alle opere di Giuseppe Verdi e William Shakespeare ambientata in un vecchio Circo dove tutto sembra appassito ed Otello è costretto a rappresentare la sua personale tragedia. È la sua condanna, la pena che deve scontare per il suo gesto efferato ed omicida. Su quella pista gli fanno compagnia gli altri personaggi dell’Opera di Verdi e Shakespeare: Cassio, Jago, Roderigo ed Emilia che si spartiscono le varie attività del Circo. Ogni giorno, da anni, più volte al giorno, quella tragedia della gelosia si ripete e gli interpreti, oramai diventati personaggi consumati, sono incapaci di fermare quel circo dei sentimenti umani che porta alla tragedia. In quel Circo, girano invisibili i fantasmi delle vittime di femminicidio, per cercare, invano, di interrompere quella giostra e per ricordare che l’amore che uccide è contro natura.

Otello Circus nasce dall’incontro tra il Teatro la Ribalta-Kunst der Vielfalt di Bolzano e l’Orchestra AllegroModerato di Milano, e dalla volontà di costruire insieme, valorizzando le proprie specificità e alterità, un percorso artistico e musicale. Gli attori ed i musicisti di-versi, ci restituiscono l’Opera, con una propria singolare poetica, mettendo in scena un grande circo dei sentimenti umani. È pieno di storie di riscatto questo progetto e questo spettacolo è pieno di uomini e donne che finalmente posso essere qualcos’altro e non solo la loro malattia o la loro patologia. Si assumono l’onere e l’onore di voler essere giudicati per quello che fanno e non per quello che sono. Chiedono di non essere giudicati con occhi speciali; chiedono di essere guardati per la loro arte.

  • LUOGO: palcoscenico del Teatro Donizetti
  • DATE: 13 marzo 2023 ore 20.30 //14 marzo 2023 ore 10.30 (replica riservata alle scuole) // 14 marzo 2023 ore 20.30 // 15 marzo 2023 ore 10.30 (replica riservata alle scuole) // 15 marzo 2023 ore 20.30
  • COSTO: €10,00: ridotto scuole per le matinée (14/03 e 15/03 ore 10:30) // €20,00: prezzo rappresentazioni serali (13/03 – 14/03 – 15/03 ore 20:30).
    È prevista una gratuità per il docente accompagnatore ogni 15 alunni.

In collaborazione con Comune di Bergamo – Assessorato alle Politiche Sociali 

A cura di Maria Grazia Panigada
Direttrice artistica della Stagione di Prosa e Altri Percorsi

SCARICA LA CIRCOLARE
SCARICA LA PRESENTAZIONE DI OTELLO CIRCUS
CANTIERE TEATRO – COMPILA IL MODULO DI ISCRIZIONE
OTELLO CIRCUS – COMPILA IL MODULO DI ISCRIZIONE
SCOPRI I PROGETTI DI DONIZETTI EDUCATIONAL

OPERA EDUCATION

Opera Education è la piattaforma italiana di AsLiCo che promuove la passione per l’opera lirica nel giovane pubblico. La Fondazione Teatro Donizetti ospita ogni anno spettacoli per l’educazione musicale e operistica di bambini e ragazzi, percorsi didattici divertenti tra scuola e teatro.

Scuola primaria e secondaria di I grado

La Cenerentola. Grand Hotel dei sogni

Teatro Sociale
6 e 7 marzo 2022

Per la stagione 2021/2022, Opera Education AsLiCo insieme a i suoi partner coproduttori Théâtre des Champs Elysées e Opéra de Rouen presenteranno l’opera rossiniana La Cenerentola. Daniele Menghini, vincitore del concorso per il progetto di regia, porterà in scena una delle fiabe più famose e amate dal pubblico.
Nella versione di Rossini, sorprendentemente, non ci troviamo di fronte ad una vera e propria fiaba, poiché il compositore ed il suo librettista Ferretti depurano la storia da tutti gli elementi magici e fiabeschi: non ci sono topi che si trasformano in cocchieri, nessuna zucca che si trasforma in una carrozza, non c’è la fata madrina e non c’è nemmeno la scarpetta di cristallo. La storia prende vita in un Grand Hotel: un melting pot di culture e classi sociali differenti, una dimensione che fa dello scambio e dell’incontro una ricchezza, un luogo speciale in cui un ospite illustre come un principe può incontrare e innamorarsi proprio di una cameriera, riconoscendo la vera bellezza che si nasconde dietro un grembiule sporco.


Informazioni: www.aslico.org
Costo
:
– € 5 visione dello spettacolo
– € 12 visione dello spettacolo + libretto

con il contributo di

Con il contributo di