PER TE. Dedicato a te, cara Julie 2018-01-22T12:20:27+00:00

PER TE. Dedicato a te, cara Julie

Palcoscenico sventrato, tecnici e attori che si muovono come gatti nel buio, che si preparano, che si immergono lentamente nella storia. E la storia avvolgerà piano piano lo spettatore, la storia di un libro regalato, di un giardino da costruire, di una lotta come le lotte che tutti prima o poi dovremo vivere e affrontare.
Julie credeva che ognuno dovesse cercare di costruire un giardino interiore dove andare a rifugiarsi, dove accogliere chi si ama, quelli che si sono persi e quelli che si vorrebbero scoprire.
Racconteremo dunque la storia di una panchina e di un giardino, poi ci sarà la fragilità che ognuno di noi difende con armature e corazze. Ci sarà la leggerezza del ricordo delle sue risate, dei suoi libretti pieni di calcoli e di annotazioni, i suoi consigli e i suoi sogni. È la missione di ogni vita cercare di costruire un giardino interiore dove andare a rifugiarsi, dove accogliere chi si ama, quelli che si sono persi, quelli che si vorrebbero incontrare in un luogo intimo e riservato. Abbiamo tanto raccontato storie confinate in spazi chiusi, immaginate nella scatola segreta che portiamo attaccata alle spalle, dentro la quale generiamo sogni e viaggi immaginari.
Questo spettacolo è dedicato a chi pianta semi che diventano alberi, a chi disegna spazi aperti immaginati per riflettere, per rasserenare l’anima.

Daniele Finzi Pasca

21 giugno 1972 – 14 maggio 2016
Montréal – Lugano

Una ragazza in un mondo di uomini. Julie ha avuto un percorso eccezionale. Giovane, a 21 anni, è co-fondatrice del Cirque Eloize a Montréal. Gli spettacoli che lei produce portano la compagnia sui palcoscenici più rinomati del mondo, peraltro grazie al suo lavoro di sviluppo internazionale del quale è responsabile.
Un incontro magico si verifica quando Julie conosce Daniele dopo una rappresentazione di Visitatio, spettacolo del Teatro Sunil e Carbone 14 presso l’Usine C a Montréal nel 2000. Julie lo invita a collaborare. Questa collaborazione farà nascere la Trilogia del cielo, composta da Nomade, Rain e Nebbia. Questi tre spettacoli faranno il giro del mondo proponendo un’unica firma e uno stile particolare di approccio creativo: “il teatro della carezza”. Julie si identificherà pienamente in questa tecnica sviluppata da Daniele e da Maria Bonzanigo.

Giunto il momento di continuare il suo cammino con Daniele, suo grande complice nella vita e nelle arti, fondano insieme Inlevitas nel 2010. Un anno più tardi, Inlevitas si unirà al Teatro Sunil per far nascere la Compagnia Finzi Pasca con gli stessi compagni delle prime collaborazioni, ossia Antonio, Hugo e Maria che avevano già nel loro percorso più di una quindicina di creazioni. Dopo la Trilogia del cielo e Corteo per il Cirque du Soleil, ci sono state la Cerimonia di chiusura dei Giochi Olimpici invernali di Torino nel 2006 e la regia dell’opera Love from Afar presso l’English National Opera di Londra. Hanno fatto seguito due altre cerimonie olimpiche, quella di chiusura dei Giochi Olimpici invernali di Sochi nel 2014 e quella di apertura dei Giochi Paralimpici della stessa edizione. A ciò si aggiungono quattro altre regie di opere: Aida e Requiem di Verdi con il Mariinsky Theatre di San Pietroburgo, Pagliacci e Carmen con il Teatro San Carlo di Napoli.

Tra queste produzioni, Julie collabora con Daniele alla scrittura e in qualità di creativ director per i tre spettacoli della Compagnia Finzi Pasca: Donka, La Verità e Bianco su Bianco. Insieme creano Luzia per il Cirque du Soleil e progettano Montréal Avudo per celebrare il 375° anniversario della città natale di Julie. Paralellamente, segue da vicino la pubblicazione del libro Teatro della carezza di Facundo Ponce de León e di Nuda, scritto da Daniele, così come la preparazione del progetto del film Piazza San Michele e lo spettacolo della Fête des vignerons 2019.

Grande visionaria, Julie ha messo in atto una struttura e un modo di lavoro al servizio della creazione artistica. Tessendo dei legami di collaborazione con rinomate istituzioni, la Compagnia Finzi Pasca è stata spinta al di là delle frontiere della Svizzera. Con spettacoli che ogni anno fanno il giro del mondo, produzioni per importanti case d’opera e la creazione di eventi su grande scala la ricchezza artistica di Lugano e della Svizzera italiana gode di una visibilità privilegiata su scala internazionale. Julie è stata inoltre invitata a dirigere gruppi di creazione di progetti di piccole dimensioni e dei più grandi spettacoli degli ultimi anni in Svizzera, in Russia, in Canada e in Italia, solo per citare qualche esempio.

Oltre alla sua abilità straordinaria di portare avanti progetti contro venti e maree , Julie, donna d’affari, è una fonte d’ispirazione sia per la nuova generazione di artisti che per le persone impiegate nella gestione delle arti, figure professionali che Julie si occupa di formare. Il suo tenero approccio, la sua capacità di far sognare l’interlocutore, la sua apertura e il suo ascolto sono impressi nella memoria di quelli che l’hanno conosciuta. Il suo impegno nell’ambito delle arti della scena e la costituzione di legami di collaborazione su scala internazionale le attribuiscono un ruolo molto importante per la visibilità internazionale delle arti del circo e del teatro. Oltre ai suoi successi, noi tutti ci ricorderemo delle sue qualità personali: la sua generosità, la sua tenerezza, la sua empatia, la sua leggerezza, la sua passione e il suo sorriso schietto apprezzati sia dagli attori più rinomati della scena internazionale che dagli artisti, i tecnici e gli amici in Québec, in Ticino, in Francia, negli Stati Uniti e nei quattro angoli del mondo. Ci lascia tanti bei progetti in corso e una tonnellata di ricordi preziosi, ma un vuoto immenso nel cuore. Grazie, cara Julie.

La Compagnia è stata fondata da Antonio Vergamini, Daniele Finzi Pasca, Hugo Gargiulo, Julie Hamelin Finzi e Maria Bonzanigo e ha sede a Lugano (Svizzera).

In quest’avventura s’incrocia la storia d’Inlevitas e quella del Teatro Sunil. Quest’avventura è generata dal desiderio di continuare a sviluppare dei progetti artistici che approfondiscano il “Teatro della Carezza”, tecnica del gesto invisibile e di uno stato di leggerezza. Attraverso gli anni, questi concetti hanno costruito un’estetica particolare che attraversa tutte le dimensioni: uno stile di creazione e di regia, un particolare modo di concepire la produzione, una filosofia di allenamento per l’attore, l’acrobata, il musicista, il danzatore e il tecnico, un atteggiamento per abitare lo spazio e riprendere la memoria che porta nostalgia e può commuovere. Il gesto poetico del clown che va da un monologo per un solo spettatore a una cerimonia olimpica, il teatro, la danza, il circo, l´opera, il cinema, tutto si riunisce in Compagnia Finzi Pasca.

Sette spettacoli in tournée internazionale:
Per te (2016)
Bianco su Bianco (2014)
La Verità (2013)
Donka – una carta a Cechov (2010)
Brutta Canaglia la Solitudine (versione originale, 1999 e versione spagnola, 2013)
Icaro (1991)

Progetti futuri:
La Fête des Vigneorns, Vevey (Svizzera,2019)

Opere in repertorio:
L’Amour de Loin (2009)
Aida (2011)
Pagliacci (2011)
Requiem de Verdi (2012)
Carmen (2015)

Più di 25 creazioni, nelle quali si incontrano il teatro, il circo, la danza e la musica dal 1984 a oggi.
Regia per conto di altre compagnia e progetti particolari riconosciuti internazionalmente:
Cerimonia di chiusura dei Giochi Olimpici di Torino, Filmmaster Italia (2006)
Corteo (2005) e Luzia (2016) per il Cirque du Soleil

Trilogia del cielo:
– Nomade, la notte il cielo è più grande per il Cirque Éloize (2002-2006)
– Rain, come una pioggia nei tuoi occhi per il Cirque Éloize (2004-2012)
– Nebbia co-produzione tra il Cirque Éloize & Compagnia Finzi Pasca (2007-2011)
Cerimonia di Chiusura dei Giochi Olimpici e la Cerimonia di Apertura dei Giochi Paraolimpici di Sochi, Russia 2014
AVUDO, Montreal (Montreal – Canada, 2017)

Budapest – Ungheria
«In pochi minuti, il pubblico si adatta a questa strana lingua e viene trasportato in una sorta di nostalgia svolazzante e famigliare, come in un lontano sogno».

«Il tempo diventa un concetto relativo in questo giardino. Non c’è una narrativa lineare, solo sequenze di immagini che ci permetto di assaporare il sentimento di nuotare nel infinito oceano di dolore e ricordo».

Fidelio.hu – 23.03.2017

Mérida – Spagna
«Un viaggio di serenità che sembra un sogno, dove si confondono reale e fantastico e lo spettatore è accompagnato dalla comicità alla riflessione».

Sipse.com – 14.01.2017 – Mérida, Messico

Lugano – Svizzera
«Per te è, quasi paradossalmente, un inno alla vita, alla strepitosa forza del teatro, della fantasia e della creatività, alla fondamentale importanza dell’amicizia nelle circostanze più difficili dell’esistenza».
«Per te è così costellato di momenti in cui grandi superfici di leggerissimo tessuto garriscono, grazie a correnti d’aria di precisione millimetrica, dando vita talvolta ad anime che si rifiutano di partire, oppure a vele di navi fantasma che osano affrontare i peggiori marosi, o ancora a un grande cuore rosso che pulsa».

Corriere del Ticino – 04.11.2016 Lugano, Svizzera

«È prima di tutto un atto d’amore – generoso, appassionato, personale – al quale è difficile rispondere con logica di una recensione».

La Regione – 03.11.2016, Bellinzona, Svizzera

«E poi c’è il vento che soffia impetuoso, facendo danzare colori e poesia, regalando incanto e magia».
«Per te è un’opera emotivamente coinvolgente (…) è uno spettacolo in cui si ride e si piange, ci si commuove e si sorride».

Liberatv.ch – 03.11.2016, Lugano, Svizzera

scritto e diretto da Daniele Finzi Pasca
musica, co-design suono e coreografie Maria Bonzanigo
scenografia e accessori Hugo Gargiulo
costumi Giovanna Buzzi
co-design luci e direttore di produzione Alexis Bowles
video designer Roberto Vitalini
air sculpture designer Daniel Wurtzel
consulente di produzione Antonio Vergamini
co-design e tecnico del suono in creazione Fabio Lecce
assistente alla regia e direttrice di scena Allegra Spernanzoni
assistente alla regia & direttrice artistica della tournee Geneviève Dupéré
make-up designer e hairstyle designer Chiqui Barbé
sulla scena Allegra Spernanzoni,
Andrée-Anne Gingras-RoyBeatriz Sayad,
David Menes, Erika Bettin, Evelyne Laforest,
Félix Salas, Francesco LanciottiJens Leclerc,
Marco PaolettiMoira Albertalli, Nicolò Baggio,
Rolando Tarquini e Stéphane Gentiliniproduzione della Compagnia Finzi Pasca
in co-produzione con LAC – Lugano Arte e Cultura,
RSI – Radiotelevisione Svizzera,
OSI – Orchestra della Svizzera Italiana e Teatro Donizetti
partenaires alla creazione Cornercard, Fidinam, Grand Hotel Villa Castagnola,
Caffè Chicco d’Oro e partner internazionale Helsinn, Clay Packi
con il sostegno di Città di Lugano, Canton Ticino and Pro Helvetia.Durata: 1 ora e 40 minuti (con intervallo)


Distribuzione ed informazioni
ATER – Associazione Teatrale Emilia Romagna
Silvia Bevilacqua +39 059.340221
silvia.bevilacqua@ater.emr.it

Crediti Foto – Viviana Cangialosi

SCOPRI GLI ABBONAMENTI E LE PROMOZIONI