Caricamento Eventi

Lo spettacolo Icaro con Daniele Finzi Pasca, che sarebbe dovuto in scena al Teatro Sociale dall’11 e 14 marzo, è stato sospeso e posticipato al 2, 3 e 4 giugno 2020, sempre alle ore 21.00 al Teatro Sociale.

Chi avesse acquistato i biglietti per la replica dell’11 marzo non potrà utilizzarli per le nuove date e dovrà procedere con il rimborso. Per le date di giugno dovrà verificare la disponibilità di acquisto di un nuovo biglietto.

I biglietti già acquistati sulle date del 12,13 e 14 marzo SONO VALIDI per le nuove date con le seguenti modalità:

– Giovedì 12 marzo à Martedì 2 giugno
– Venerdì 13 marzo à Mercoledì 3 giugno
– Sabato 14 marzo à Giovedì 4 giugno

Gli abbonati che fossero impossibilitati a prendere parte alla replica a loro assegnata potranno chiedere gratuitamente lo spostamento su un’altra delle repliche disponibili.

Chi avesse acquistato un biglietto allo sportello e non potesse riutilizzarlo per le nuove date può procedere con il rimborso mettendosi in contatto con la nostra biglietteria via mail all’indirizzo biglietteria@fondazioneteatrodonizetti.org o telefonicamente ai n. 035.4160 601/602/603 nei seguenti giorni e orari: da martedì a sabato dalle 13.00 alle 20.00.

Per chi avesse acquistato i biglietti online si prega di accedere al link http://www.vivaticket.it/ita/rimborso e seguire le istruzioni.

La richiesta di rimborso va effettuata entro e non oltre il 15 aprile 2020.

Nel 1989 Daniele scrive Icaro, l’opera più rappresentativa della Compagnia, che porta in scena ancora oggi. Il soggetto dell’opera è semplice: è la storia di due persone che si incontrano e decidono di scappare volando da una stanza senza porte né finestre.

Daniele sceglie tra il pubblico una persona che lo accompagnerà per tutto lo spettacolo. Sbocciano in quest’opera tutti gli elementi fondamentali della Compagnia Finzi Pasca: la carezza, il virtuosismo, la vigilanza, la preoccupazione per gli effetti dei nostri gesti, la storia quotidiana ed eroica, la risata e la subitanea emozione, la tecnica per far cadere il velo e provocare commozione.

I testi, la musica, le luci, il trucco, i costumi e la scenografia di Icaro sono una specie di manifesto della Compagnia. Icaro, l’opera più emblematica della singolarità teatrale del clown che incarna Daniele, è stato anche lo spettacolo che lo ha lentamente riportato al circo, verso casa. Ma è chiaro che, quando si torna a casa, non si torna nello stesso posto dal quale si era partiti. Durante il viaggio cambiano gli occhi, si torna sempre con nuovi sguardi, casa nostra è diversa.

Quando Daniele torna al circo aveva le valigie piene di esperienze teatrali che sia il Cirque Eloize sia il Cirque du Soleil volevano conoscere e combinare con altri elementi circensi. E si conobbero. La pista del circo e il palcoscenico si sono fusi in un’identità sfuocata. E Daniele ha creato un casellario più grande di quello del gioco del mondo sui cui bordi salta da più di trent’anni.

Dalla sua creazione nel 1991, Daniele Finzi Pasca ha interpretato Icaro in diverse lingue, in tutto il mondo. Proprio il debutto a Bergamo segna l’800° replica dello spettacolo.

Intorno a “Icaro” ➤