Francesco Micheli intervista Stefano Ricci per FTD Offstage – Dialoghi in streaming giovedì 6 agosto alle ore 18.30

Francesco Micheli intervista Stefano Ricci per FTD Offstage – Dialoghi in streaming giovedì 6 agosto alle ore 18.30

Giovedì 6 agosto alle ore 18.30 il penultimo appuntamento della rassegna FTD Offstage – Dialoghi in streaming ,dal titolo TransOpera, vede protagonista, accanto al Direttore Artistico del festival Donizetti Opera Francesco Micheli, l’autore e regista Stefano Ricci, che con Gianni Forte forma il duo ricci/forte, considerato oggi fra i più interessanti e innovatori del panorama teatrale europeo.

Nella poetica di Stefano Ricci e Gianni Forte trovano voce le intermittenze del mondo di oggi, nuove solitudini, nuove famiglie, nuovi linguaggi. I loro lavori vengono definiti dalla critica “spettacoli culturalmente vivi, espressione di una realtà umana che stenta a raccontarsi ma ne ha un bisogno tremendo e dunque getta la maschera col gusto dell’eccesso”. Partendo dal teatro di prosa sperimentale, Stefano Ricci e Gianni Forte – grazie a una Turandot commissionata nel 2017 dallo stesso Francesco Micheli per il Macerata Opera Festival e vincitrice di un Premio Abbiati per la regia – hanno cominciato ad indagare il teatro musicale, conquistando critica e pubblico, aprendo dibattiti e proponendo nuovi punti di vista anche per classici del repertorio: a novembre affronteranno “Marino Faliero” di Donizetti al festival bergamasco.

È possibile seguire il dialogo sul profilo Facebook della Fondazione Teatro Donizetti oppure iscrivendosi al canale YouTube della stessa Fondazione. La diretta sarà disponibile anche sulla pagina del festival Donizetti Opera. La visione dell’incontro è gratuita.

Il ciclo di incontri FTD Offstage – Dialoghi in streaming, ideato dalla Fondazione Teatro Donizetti per affrontare tematiche legate alle proprie attività di spettacolo, si concluderà, dopo le settimane a cavallo di Ferragosto, giovedì 27 agosto (sempre alle ore 18.30). Sarà una puntata speciale, di cui sarà protagonista, insieme al Direttore Artistico di Bergamo Jazz , Gianluigi Trovesi: il più internazionale dei jazzisti nati in terra bergamasca racconterà la sua esperienza di uomo e musicista che ha vissuto in uno dei territori più colpiti dal Covid 19. Sarà un’occasione importante per ricordare chi non c’è più, anche con la musica.

2020-08-05T12:59:30+01:00