Fondazione Teatro Donizetti presenta “MAMMAMIA!” di e con Maria Cassi mercoledì 29 luglio al Lazzaretto Bergamo

Fondazione Teatro Donizetti presenta “MAMMAMIA!” di e con Maria Cassi mercoledì 29 luglio al Lazzaretto Bergamo

Mercoledì 29 luglio (ore 21.30), la Fondazione Teatro D0nizetti, con la sua Stagione di Prosa e Altri Percorsi, presenta MAMMAMIA!, monologo di e con Maria Cassi: lo spettacolo è inserito in Lazzaretto On Stage, iniziativa promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo per riavviare in città le attività di spettacolo dopo l’interruzione causata dall’emergenza Covid 19.

Già apprezzata sui palcoscenici bergamaschi, Maria Cassi è un’attrice dall’irresistibile verve comica: nel suo MAMMAMIA! si ride molto e non potrebbe essere altrimenti quando una maestra
esperta nel mestiere del far ridere rimette in scena i personaggi dei suoi spettacoli più esilaranti in un racconto del tutto nuovo. Questi personaggi, che si muovono quotidianamente nell’universalità del mondo, riprendono vita propria, affrontando nuovi sentieri.

Maria Cassi, di questo suo lavoro, dice: «Ho messo in scena alcuni dei miei pezzi di repertorio più riusciti, destrutturandoli completamente e ricomponendoli in un puzzle fatto di ritmo frenetico da stand up comedy in cui dialogo con il pubblico spesso improvvisando o facendo finta di improvvisare».

Maria Cassi dona, dunque, un perfetto puzzle di “differenze” pieno di forza, entusiasmo, ironia, osservazione e divertimento. Mette una lente sul suo/nostro mondo e ce lo mostra attraverso i suoi occhi, facendo morir dal ridere con una carrellata di atteggiamenti e di tic umani che, a ben guardare, si ritrovano anche con le loro differenze tra le “città che amo” come Parigi, New York e Firenze o fra le millenarie differenze tra uomo e donna, fra ragazze e ragazzi, parlando di cibo e di amore, entrambi capaci di mutare il nostro corpo e il nostro spirito con l’incedere dell’età.

Il Teatro di Maria Cassi si fa antidoto alle terribili paure delle attuali diversità dove le varie provenienze dei popoli e delle loro culture sono, in realtà, il patrimonio condivisibile di una nuova, potente, naturale e bellissima alleanza. Ci prende e si prende in giro la Cassi, col cuore sempre aperto e l’entusiasmo di chi vive una passione vera e un immenso amore per il proprio mestiere e per l’umanità tutta. Comicità pura che diventa poesia quando colpisce le viscere di chi ascolta e partecipa al “rito” del Teatro e contribuisce a far sì che quel momento diventi unico, irripetibile, magico.

Maria Cassi è fiorentina di nascita ma nomade di spirito. Ha fatto divertire il pubblico di Los Angeles, New York, Praga, Amsterdam, Bucarest, Tokyo e Parigi, che è un po’ la sua seconda casa. Inizia ad esibirsi da piccola facendo il verso ai parenti e mettendo su numeri comici per i compagni delle elementari: tutti ridevano come matti, come succede oggi ogni volta che sale sul palcoscenico. Ma il suo successo ha anche le radici negli studi al Mozarteum di Salisburgo e alla scuola di teatro di Bologna “Alessandra Galante Garrone”, dove segue l’insegnamento di Jacques Lecoq, continuando poi la sua formazione con il clown Pierre Byland.

A metà degli anni Ottanta inizia la carriera professionale e nel 1986, con lo spettacolo A Saintrotwist, prende avvio un tour mondiale con più di mille repliche. Seguirà lo spettacolo The Beatles Songs Book Concerto e al 1996 risalgono le prime rappresentazioni di Galateo. Nel 2003, Maria Cassi fonda, insieme a Fabio Picchi, il Circo-lo Teatro del Sale a Firenze, di cui è presidente e direttrice artistica, programmando musica, danza e teatro e intrecciando la programmazione con i suoi spettacoli che da anni registrano il “tutto esaurito” e che trovano su questo palcoscenico l’ideale luogo di produzione. Nel 2006 fonda poi la Compagnia Maria Cassi. Nascono quindi gli spettacoli La porta aperta, ispirato al saggio di Peter Brook, Crepapelle e Suoniemozioni, spettacolo musicale ispirato alle canzoni di Lucio Battisti. Nel gennaio 2010 nasce My Life with Men…and Other Animals, con la regia di Peter Schneider di cui Maria Cassi è interprete e co-autrice insieme a Patrick Pacheco: questo spettacolo è andato in scena a Off-Broadway al 45th Street Theater di New York a marzo 2012. Tra il 2013-2014 scrive, produce e porta in tournée Attente al lupo.

Nel gennaio 2016, con il pianista Andrea Lucchesini, il violinista Marco Rizzi e il violoncellista Mario Brunello, è al Teatro della Pergola con il concerto-spettacolo La petite phrase: Marcel Proust e la musica. E tra gennaio e febbraio porta per due settimane il suo spettacolo Attente al Lupo al Teatro Franco Parenti di Milano facendo registrare grande successo di pubblico e critica. Nel 2016 è anche regista, autrice e protagonista di un nuovo, esilarante spettacolo: Schegge. Era una notte buia e tempestosa. Nel 2017 ha portato al Teatro Sociale, nell’ambito della Stagione di Altri Percorsi, Galateo, accolto con calore dal pubblico bergamasco.

Lazzaretto on stage è il progetto promosso e organizzato dal 4 luglio al 24 agosto 2020 dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo. Per la prima volta, grazie alla massima collaborazione di tutte le realtà coinvolte, un vero e proprio festival di musica, danza e teatro anima la città attraverso più di 20 appuntamenti in un’unica manifestazione, per una stagione estiva all’insegna dello spettacolo in uno dei luoghi più simbolici della città: il Lazzaretto, trasformato in un teatro a cielo aperto, in grado di ospitare fino a 300 persone, rispettando tutte le normative di sicurezza anti Covid-19. Una rassegna che fa della straordinarietà un suo tratto distintivo per la capacità, di Bergamo e dell’Amministrazione comunale, di fare rete sul territorio per promuovere il proprio patrimonio culturale dopo un periodo difficile.
Bergamo, una tra le prime Città in Italia, riparte dalla cultura con Lazzaretto on stage, una linea d’azione della programmazione estiva Bergamo Torniamo in scena. Estate duemila[e]venti. Fondazione Comunità Bergamasca è partner dell’iniziativa.

Biglietteria
Biglietti in vendita esclusivamente on line su www.vivaticket.it a partire dal 22 giugno
Costo biglietto 7 euro (più diritti prevendita).
È possibile acquistare i biglietti fino 5 minuti prima dell’orario di inizio dello spettacolo.
In caso di maltempo lo spettacolo sarà recuperato la sera successiva.

2020-07-23T19:48:29+01:00