Bergamo Jazz Festival presenta “Gianluca Petrella Cosmic Renaissance” Sabato 18 luglio al Lazzaretto di Bergamo

Bergamo Jazz Festival presenta “Gianluca Petrella Cosmic Renaissance” Sabato 18 luglio al Lazzaretto di Bergamo

BERGAMO JAZZ FESTIVAL
presenta
GIANLUCA PETRELLA COSMIC RENAISSANCE
Opening act
ROSA BRUNELLO LOS FERMENTOS
Sabato 18 luglio – Lazzaretto – Ore 21
Bergamo

Dopo l’annullamento del festival di marzo, causa emergenza Covid 19, lo storico e prestigioso marchio di Bergamo Jazz Festival, di cui è Direttore Artistico Maria Pia De Vito, torna con due serate organizzate nell’ambito dell’’iniziativa Lazzaretto On Stage promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo con lo scopo di rilanciare le attività in spettacolo in città dopo mesi di sosta forzata.

La prima serata avrà luogo sabato 18 luglio (ore 21): primo a salire sul palcoscenico allestito al Lazzaretto sarà il gruppo Los Fermentos della bassista veneta Rosa Brunello, uno dei più interessanti nuovi talenti emersi negli ultimi anni. Al suo fianco ci saranno Michele Polga al sax tenore, Frank Martino alla chitarra e live electronics e Luca Colussi alla batteria.

A seguire il progetto Cosmic Renaissance del trombonista Gianluca Petrella, affiancato per l’occasione da Mirco Rubegni (tromba), Michele Papadia (sintetizzatori), Federico Scettri (batteria, laptop) e Simone Padovani (percussioni). In entrambi i casi, musica che dal jazz si spinge verso territori prossimi al rock, al funk, all’elettronica.

Da qualche anno collaboratore di Lorenzo Cherubini alias Jovanotti, al fianco del quale ha preso parte la scorsa estate al fortunato tour Jova Beach Party, Gianluca Petrella è tra i maggiori specialisti al mondo del suo strumento. Classe 1975, nato a Bari e da tempo residente a Torino, in 25 anni di carriera ha collaborato con artisti di fama internazionale scrivendo, performando e incidendo musica in maniera trasversale, dal mainstream alla sperimentazione più audace. In questo contesto variegato si inseriscono importanti collaborazioni con icone del jazz italiano come Enrico Rava e Paolo Fresu e con autorevoli esponenti del jazz d’oltre Atlantico quali Carla Bley, Steven Bernstein, Steve Coleman, Bobby Previte e molti altri ancora; con l’acclamata superstar della techno Ricardo Villalobos, con Moritz Von Oswald  pioniere dell’elettronica tedesca, con dj Gruff, esponente di punta dell’hip hop italiano, con Nicola Conte, chitarrista e producer di stampo acid jazz, e con il leggendario agitatore di dancefloor Dj Ralf. “Cosmic Renaissance” è il suo progetto ispirato alla musica di Sun Ra, simbolo di un pensiero musicale in cui la storia del jazz va a braccetto con un immaginario afro-futurista. La band è costituta da musicisti che sanno bene come assecondare il leader in esplorazioni musicali che fondono abilmente spiritualità e fisicità.

“Un incontro tra particelle della materia che sotto l’azione del fermento si muovono violentemente, si gonfiano e riscaldano, lottando per ricomporsi in un nuovo ordine”: così Rosa Brunello descrive l’idea dei Los Fermentos, uno dei gruppi originariamente selezionati da Tino Tracanna per la sezione “Scintille di Jazz” del festival di marzo. Il quartetto, guidato con mano sicura dalla bassista, è capace di rilasciare diverse sensazioni espressive che abbracciano la linearità di melodie cantabili, alcuni momenti chiaroscurali, quasi intimi, e passaggi dal piglio ritmico più marcato. Di recente uscita è il disco Shuffle Mode per Cam Jazz, salutato dagli elogi dalla critica italiana ed estera.

La seconda serata di Bergamo Jazz nell’ambito di Lazzaretto On Stage è prevista per mercoledì 19 agosto (ore 21): protagonista principale ne sarà Enrico Rava, il più internazionale dei jazzisti italiani, che oggi sta vivendo una delle sue più felici stagioni artistiche.

Rava, che è stato Direttore Artistico di Bergamo Jazz dal 2012 al 2015, si esibirà alla guida della sua Special Edition, con Francesco Bearzatti al sax tenore, Francesco Diodati alla chitarra, Giovanni Guidi al pianoforte, Gabriele Evangelista al contrabbasso ed Enrico Morello alla batteria. La serata, dedicata a Mario Guidi, il manager e collaboratore di Bergamo Jazz scomparso lo scorso dicembre, avrà come opening act il trio Insight del clarinettista Francesco Chiapperini, con Simone Quatrana al pianoforte e piano elettrico e Simone Lobina alla chitarra.

Lazzaretto on stage è il progetto promosso e organizzato dal 4 luglio al 24 agosto 2020 dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo. Per la prima volta, grazie alla massima collaborazione di tutte le realtà coinvolte, un vero e proprio festival di musica, danza e teatro anima la città attraverso più di 20 appuntamenti in un’unica manifestazione, per una stagione estiva all’insegna dello spettacolo in uno dei luoghi più simbolici della città: il Lazzaretto, trasformato in un teatro a cielo aperto, in grado di ospitare fino a 300 persone, rispettando tutte le normative di sicurezza anti Covid-19. Una rassegna che fa della straordinarietà un suo tratto distintivo per la capacità, di Bergamo e dell'Amministrazione comunale, di fare rete sul territorio per promuovere il proprio patrimonio culturale dopo un periodo difficile.

Bergamo, una tra le prime Città in Italia, riparte dalla cultura con Lazzaretto on stage, una linea d’azione della programmazione estiva Bergamo Torniamo in scena. Estate duemila[e]venti. Fondazione Comunità Bergamasca è partner dell’iniziativa.

2020-07-13T18:30:36+02:00