Caricamento Eventi

Quattro pianisti accompagnano la marcia di avvicinamento a Bergamo Jazz 2019. Tutti e quattro sono protagonisti di un percorso artistico rigoroso, contrassegnato da altrettante visioni musicali che nell’insieme offrono uno spaccato significativo dell’odierno piano jazz, non solo a livello italiano.

Roberto Negro, italiano di nascita ma francese di formazione artistica, è già considerato uno dei nomi nuovi del jazz europeo. Antonio Zambrini è rinomato per la sua vena melodica, sia come solista che come compositore. Umberto Petrin incarna un approccio totale alla tastiera, ricco di rimandi al passato e proiezioni verso il futuro. Massimo Colombo traduce il suo bagaglio tecnico in libere esplorazioni di repertori diversi, da Bach a Bud Powell.