Caleidoscopici caratteri pulsanti.

Testi contemporanei, adattamenti letterari, monologhi, ricerche: la prosa è una pluralità di caratteri che

vanno dalla scrittura alla recitazione, ognuno in grado di toccare diverse corde dell’animo umano.

La prosa del Teatro Donizetti sta per tornare a casa.

Caleidoscopici caratteri pulsanti.

Testi contemporanei, adattamenti letterari, monologhi, ricerche: la prosa è una pluralità di caratteri che vanno dalla scrittura alla recitazione, ognuno in grado di toccare diverse corde dell’animo umano.

La prosa del Teatro Donizetti sta per tornare a casa.

La prosa è un caleidoscopio di ispirazioni senza tempo, che prende spunto da ieri e dal domani. Una commistione di generi, poetiche e linguaggi passati e futuri, dove l’anello di congiunzione è la fisicità, il corpo, la presenza scenica dell’attore. Così i personaggi minuziosamente (de)scritti nell’intimità di uno studio prendono vita sul palcoscenico in un intreccio di generazioni.  Letteratura, circo, introspezione; un po’ genio, un po’ follia, la prosa è tutto questo, la prosa è storia del futuro. Un insieme di generi che guarda sempre avanti, un auspicio per i tempi a venire, in cui la sua arte tornerà ad animare il nostro teatro.

SCOPRI DI PIU’

La prosa è un caleidoscopio di ispirazioni senza tempo, che prende spunto da ieri e dal domani. Una commistione di generi, poetiche e linguaggi passati e futuri, dove l’anello di congiunzione è la fisicità, il corpo, la presenza scenica dell’attore. Così i personaggi minuziosamente (de)scritti nell’intimità di uno studio prendono vita sul palcoscenico in un intreccio di generazioni.  Letteratura, circo, introspezione; un po’ genio, un po’ follia, la prosa è tutto questo, la prosa è storia del futuro. Un insieme di generi che guarda sempre avanti, un auspicio per i tempi a venire, in cui la sua arte tornerà ad animare il nostro teatro.

SCOPRI DI PIU’

Retropalco – Interventi di meccanizzazione e messa in sicurezza.

Un primo sguardo lo etichetta come luogo di servizio, destinato ai lavori, al montaggio e allo smontaggio dei materiali occorrenti alla rappresentazione. Come suggerisce il nome, il retropalco è il luogo dietro lo spettacolo: una suggestione vera tanto nel suo senso letterale quanto in quello metaforico. È infatti lo spazio in cui chi ha scelto di fare del teatro il proprio mestiere vive la messa in scena. Addetti ai lavori, tecnici, attori e registi attendono qui il loro momento, accumulando gioie, tensioni, paure e successi in un ambiente saturo di emozioni. Un retropalco pratico e ben allestito è di vitale importanza per la buona riuscita dello spettacolo, per questo è stato oggetto di interventi di tipo funzionale. In primis la digitalizzazione del moto meccanico delle scenografie, per avere un maggior controllo sugli spostamenti degli oggetti di scena. L’ambiente è stato poi implementato con ulteriori misure di sicurezza, come la nuova e gigantesca porta tagliafuoco che separa la platea dal palcoscenico, per garantire uno spazio in cui poter operare in piena tranquillità.

<< Precedente
<<
SUCCESSIVO >>
>>