Caricamento Eventi

Enst Reijseger, Harmen Fraanje e Mola Sylla costituiscono non un semplice trio musicale che assomma tre spiccate personalità artistiche, ma un vero e proprio organismo vivente che crea una musica unica, originale e personalissima. La combinazione crea infatti un sound particolare e dal carattere ben definito, poetico, ma anche fatto di humor e brillanti improvvisazioni sostenute da una mirabile tecnica individuale.

Reijseger, Fraanje e Sylla si conoscono ormai bene, hanno condiviso molte avventure, come le colonne sonore dei film di Werner Herzog My Son My Son What Have Ye Done e Cave of Forgotten Dreams.  I loro concerti sono imprevedibili, sorprendenti, aperti come sono all’inventiva del momento, e spaziano anche in atmosfere cameristiche classicheggianti e in evocative canzoni africane, cantate in wolof, la lingua nativa di Mola Sylla, che si alterna a strumenti tradizionali come lo xalam e la m’bira.

Ernst Reijseger, uno dei musicisti che più hanno legato il proprio nome al festival Clusone Jazz, è violoncellista di fama internazionale: ha dedicato buona parte della sua carriera a percorrere i territori del jazz e dell’improvvisazione creativa con una predisposizione alla contaminazione con musiche tradizionali del mondo. Per dare un’idea della sua versatilità, si può partire dalla sua militanza nella ICP Orchestra di Misha Mengelberg e arrivare allo straordinario Clusone Trio con Michael Moore e Han Bennink, passando dalla collaborazione con il coro sardo Cuncordu e Tenores de Orosei, senza dimenticare il sodalizio con il regista Werner Herzog.

Il pianista olandese Harmen Fraanje ha anche collaborato con, tra gli altri, Ambrose Akinmusire, Mark Turner, Kenny Wheeler, Arve Henriksen, Han Bennink, Trygve Seim, Theo Bleckmann, Ben Monder, Enrico Rava.

Nato a Dakar, Mola Sylla interpreta le proprie tradizioni culturali con voce affascinante e strumenti tipici della tua terra di origine. È uno dei fondatori del gruppo Senemali, costituito da artisti senegalesi e maliani, e di VeDaKi, quartetto che include musicisti russi e indiani.