Caricamento Eventi

Uno di fronte all’altro: Rob Mazurek e Gabriele Mitelli, due trombettisti che non sono solo trombettisti, musicisti che hanno fatto dell’altrove il loro stile di vita.  Nessun filtro, nessuna mediazione. Attraverso specchi e richiami reciproci, camminando costantemente sul filo del rasoio.

Mazurek è un maestro venerato delle avanguardie d’oltre Atlantico, al centro della scena di Chicago da decenni con varie formazioni, tra cui i Chicago Underground nelle loro varie configurazioni di organico, catalizzatore di energie, sperimentatore instancabile e punto focale tra l’eredità di Sun Ra e le pulsioni intransigenti del (post)rock più non allineato, tra la lezione di Bill Dixon e il maestoso percorso della generazione AACM. Mitelli, bresciano, ribelle per natura come lui stesso ama definirsi, è istintivo e coraggioso nel precipitarsi a capofitto nelle situazioni meno comode e nei contesti più improbabili. Ultimamente ha stretto un altro importante sodalizio con il brillante pianista inglese Alexander Hawkins.

L’incontro tra Rob Mazurek e Gabriele Mitelli era quasi scritto nel destino di entrambi e la musica di cui sono artefici non ammette equivoci: è un oceano di suono, fatto di onde ora tumultuose, ora più rassicuranti., sempre rigeneranti.