Caricamento Eventi

Torna a Bergamo Jazz, dove è stato applaudito nel 2017, una delle più collaudate e apprezzate formazioni italiane: il Tinissima Quartet di Francesco Bearzatti: Il gruppo è lo stesso ma la musica è nuova, presa dall’ultimo album del quartetto, Zorro, ispirato dalle avvincenti gesta del leggendario cavaliere mascherato di cinema, tv e fumetti. E c’è un’altra non trascurabile novità: accanto al sassofonista friulano e ai suoi fedelissimi sodali – il trombettista Giovanni Falzone, il bassista Danilo Gallo e il batterista Zeno de Rossi –  c’è un poliedrico artista come Davide Toffolo, coinvolto nelle vesti di live painter. Musica e fumetti, quindi, e tutto rigorosamente live per rievocare uno degli eroi più amati da intere generazioni.

Dopo l’album di esordio del 2008 dedicato alla grande fotografa Tina Modotti, il successivo omaggio a Malcolm X, il progetto Monk ‘N’ Roll, nel quale la musica di Thelonious Monk si mescola a celebri pezzi del rock, e il tributo a Woody Guthrie di This Machine Kills Fascists, Bearzatti e compagni si sono tuffati nel mondo immaginario di un altro personaggio singolare, scomodo, ribelle. E anche stavolta il Tinissima Quartet ha fatto centro, partendo da una invidiabile coesione collettiva.

Fumettista, cantante e chitarrista, David Toffolo è una figura poliedrica: frontman dei Tre Allegri Ragazzi Morti, ha partecipato all’ultimo festival di Sanremo come ospite degli Extraliscio. Le sue due attività, disegnatore e musicista, non sono separate ma continuamente integrate da performance di disegno e musica. La sua collaborazione con Bearzatti non è dunque casuale, ma va presa come un effettivo valore aggiunto in dialogo con una musica che è quindi, stavolta, da ascoltare ma anche da vedere.