Caricamento Eventi

Diciotto corde, martelletti, eliche, molle, output separati per ogni corda, oggetti rubati dal quotidiano: tutto ciò concorre a rendere assolutamente originale, unico, lo strumento che Paolo Angeli si è inventato partendo dalla tradizionale chitarra sarda. In esso, come nella musica dello stesso musicista di Sassari, convivono quindi tradizione e innovazione, suoni antichi e moderni, in un sorprendente mix di cori a tasgia, jazz, rock, noise, avant pop.

Per l’occasione Paolo Angeli propone il suo progetto dedicato ai Radiohead: non una pura e semplice rilettura di canzoni della celebre band inglese, ma una suite congegnata secondo un preciso filo drammaturgico in cui spunti tratti dalle canzoni della band di Thom Yorke si fondono con le idee generate sul momento dal chitarrista. Ogni performance di Paolo Angeli è infatti vissuta attraverso la pratica dell’improvvisazione libera e rappresenta una sfida per plasmare i suoni generati da quella che si può definire una vera e propria “chitarra orchestra”. Le sorprese sonore a non finire sono assicurate.