Caricamento Eventi

Protagonisti del consueto appuntamento in collaborazione con Jazz Club Bergamo sono due artisti europei il cui talento è riconosciuto a livello internazionale. Insieme, il belga David Linx e Antonio Faraò costituiscono un tandem musicale che ha radici ben piantate nel linguaggio del jazz con aperture verso altri mondi sonori.

Classe 1965, David Linx possiede una vocalità dall’ampio spettro espressivo che gli consente di abbracciare ambiti diversi, dal jazz vero e proprio, grazie anche a studi compiuti con Mark Murphy, alla canzone francese. Con il pianista olandese Diederik Wissels ha stretto un proficuo sodalizio documentato da vari album. Ha inoltre collaborato con il poeta afroamericano James Baldwin, con l’armonicista Toots Thielemans, con il quartetto del pianista Ivan Paduart e con la Brussels Jazz Orchestra.

Coetaneo di Linx, Antonio Faraò, che annovera fra i suoi più sinceri estimatori un insigne collega di strumento come Herbie Hancock, ha in curriculum numerosissime collaborazioni con nomi che parlano da soli: Jack DeJohnette, Chris Potter, Franco Ambrosetti, Marcus Miller, Gary Bartz, Lee Konitz, Steve Grossman, Billy Cobham, Chico Freeman, Miroslav Vitous, John Abercrombie, Didier Lockwood, Christian McBride, Bireli Lagrène, Benny Golson. Nel 2015 e nel 2018 è stato l’unico artista italiano invitato all’evento principale dell’International Jazz Day patrocinato dall’UNESCO.